Referral marketing, portare traffico al sito grazie al passaparola
Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su print

Referral marketing, portare traffico al sito grazie al passaparola

Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su print

Il referral marketing è quel tipo di marketing che si serve di segnalazioni, raccomandazioni e recensioni di clienti soddisfatti e disposti a scambiare del referral con qualche altro servizio. Vediamo meglio nel dettaglio di cosa si tratta e di come con il referral marketing si può portare traffico al sito servendosi del passaparola.

Cos’è il referral marketing e perché dovresti applicarlo nel tuo business

Il referral marketign consiste nel coinvolgere gli utenti/clienti e renderli partecipi nella lead acquisition, ovvero servirsi della loro soddisfazione per raggiungere un pubblico ancora più ampio. Con il passaparola, infatti, si consiglia un prodotto/servizio ad amici e conoscenti e in cambio si entra a far parte di un programma di guadagno. In altre parole, se si porta un iscritto/cliente, si ha un guadagno sulle vendite generate.

Questo è quello che hanno fatto grandi aziende come hanno fatto Dropbox e tante altre. Il meccanismo è quello già descritto e corrisponde alla formula member-get-a-member. I benefici di questo programma coinvolgono anche i nuovi iscritti, magari offrendo loro qualcosa in cambio per aver accettato il consiglio. Il compenso dato ai referrer si chiama referral fee e viene dato in proporzione alle vendite generate.

I punti di forza del referral marketing

Il referral marketing e il passaparola hanno in genere un grande impatto sul pubblico, per questo sono da sempre tra le forme di marketing più efficaci, spontanee e durature. Ecco perché:

  • Individuare il target sbagliato significa spendere soldi a vuoto. Per ogni target, infatti, c’è un messaggio unico e specifico e definito. Con il referral marketing sono i seguaci e gli amici a diventare pubblico, per questo il messaggio si diffonde con maggiore efficacia;
  • La fiducia è alla base del referral marketing. Quando un cliente diventa tale perché ha seguito un consiglio, significa che si è fidato di chi conosce la nostra azienda. Conoscere bene chi ci consiglia qualcosa è spesso fondamentale per compiere delle scelte d’acquisto;
  • Con il digitale, i contatti di un utente sono molti e il raggio d’azione è enorme. In altre parole, oggi i consumatori hanno in mano le sorti delle aziende: con un commento possono distruggerle per sempre o farle decollare.

Idee su come fare referral marketing

Implementare una strategia di referral marketing, innescare il passaparola e aumentare le vendite può essere fatto in diversi modi. Prima di tutto bisogna far sì che il servizio di assistenza sia eccellente e l’esperienza d’acquisto indimenticabile. È indispensabile anche che i prodotti abbiano valore, presupposto fondamentale per ogni campagna di referral marketing. È sempre utile mettersi nei panni del cliente e chiedersi se si consiglierebbe il prodotto/servizio che si sta vendendo ad amici e conoscenti. I dati analitici dell’azienda sono utili per scoprire se state ottenendo dei referral e backlink da siti che vi citano e magari preparare un programma per premiare i referral con un compenso. Altri elementi da con trascurare sono il fattore wow di ciò che stiamo vendendo, il packaging e l’unboxing dei prodotti da condividere sui social media e con la propria community nel caso degli influencer.

Quando i clienti raccomandano il brand

Fare referral dovrebbe essere facile per chi vi segue e vi apprezza, quindi bisogna rendere le cose semplici agli utenti con call to action originali ma mai invadenti. Ci sono tanti piccoli ma efficaci accorgimenti per riuscirci, come aggiungere dei bottoni di social sharing ad ogni pagina prodotto nel caso di un e-commerce. Spesso, infatti, gli utenti hanno bisogno di essere spronati a fare qualcosa. Anche un piano di influencer marketing può essere la strada giusta per attivare il meccanismo del passaparola che giova alle vendite, sicuramente trovando gli influencer che siano più vicini al target di riferimento e alla visione dell’azienda. Infine, le recensioni che esistono da sempre dimostrano che l’opinione dei consumatori conta più del parere del venditore.

Fare lead generation con il referral marketing

Il referral marketing è inevitabilmente legato alla soddisfazione del cliente e per questo non il successo che ne deriva non è mai immediato, ma dà i suoi frutti nel tempo. Quindi, il referral marketing è quasi sempre la conseguenza di una strategia di marketing ben strutturata e di una customer care che funziona. Gli effetti possono essere: l’aumento delle vendite, un clima di fiducia, la fidelizzazione dei clienti e risultati al top che derivano da una vera e propria rendita.

Per questo è importante costruire una strategia dal principio e aumentare gradualmente la fiducia e la credibilità dell’azienda. Affidati a un’azienda di consulenza competente e potenzia il valore del tuo business, contattaci!

Referral marketing, portare traffico al sito grazie al passaparola
Ti è piaciuto questo articolo? Condividi
Referral marketing, portare traffico al sito grazie al passaparola
Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su print

Altri articoli dal nostro Blog

Scegli GAUDiBiLiA come giusta Agenzia per il tuo Business.