Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su print

Email Marketing: come accrescere il tuo database dei contatti

Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su print

L’email marketing esiste da più di una generazione e mentre la tecnologia che usiamo per inviare le email si è evoluta, molte aziende ancora oggi mancano il bersaglio quando si tratta di coinvolgere il loro pubblico.

Le aziende spendono migliaia di euro con l’Advertising, costruendo siti web e perfezionando la loro presenza digitale per attirare i lead. E una volta che un lead viene catturato? É in questo momento che il cliente viene preso per mano e portato all’acquisto. Se il contatto non si impegna con l’azienda in una conversazione relativa alle vendite, viene gettato sul sedile posteriore a prendere polvere nel CRM aziendale.

Come fare per evitare che questo accada e come accrescere il database dei contatti per l’email marketing? Eccolo spiegato!

A cosa serve l’email marketing

I contatti nel vostro database che non si sono convertiti in una vendita, ma rientrano nel vostro mercato target, sono le persone con cui impegnarsi per le vendite future. Devi sapere che sono anche più facili da convertire, dato che si sono già impegnati con il vostro marchio e nella maggior parte dei casi, si sono iscritti alla vostra email compilando un modulo sul sito web.

L’email marketing è un ottima soluzione per:

  • connettersi con i tuoi contatti e guidare l’utente all’acquisto (attraverso un ciclo di mail è possibile infatti far conoscere il proprio brand)
  • mantenere una conversazione continua con il tuo database di clienti offrendo servizi o promozioni riservate,
  • aggiornare i tuoi contatti sulle novità della  tua azienda (news, eventi, collaborazioni).

Non ci credi? Ti guido attraverso 5 strategie di email marketing provate e testate per aumentare l’impegno con il tuo database di contatti.

#Strategy1: Essere focalizzati sul risultato

Ogni email dovrebbe avere uno scopo – sia per voi che per il destinatario dell’email. In primo luogo, vediamo questo aspetto dal punto di vista del destinatario.

Approcciarsi all’email marketing con una visione sulla falsariga di ‘Ho bisogno di inviare al mio database una email a settimana’, non è salutare. Se non avete qualcosa di valore da dire o qualcosa di valore da condividere, allora semplicemente non inviate l’email.

Un modo per affrontare questa sfida è entrare nei panni dei vostri Buyer Personas e chiedere: “Questa email è interessante, informativa o mi ispira a fare qualcosa o a cambiare il modo in cui faccio qualcosa? Se la risposta è no, allora riconsiderate l’invio dell’email.

#Strategy2: usare una migliore segmentazione

Segmentare il tuo pubblico ti permette di aumentare le vostre possibilità di successo con una email, come?

a. Fase del ciclo di vita / Stato del lead

Questa fase definisce dove si trova il contatto nel tuo Funnel di Vendita. HubSpot, partner di Gaudibilia, è dotato di stadi del ciclo di vita preimpostati che puoi assegnare ai tuoi contatti.

Possono essere: Abbonato, Lead, Lead qualificato dal marketing, Lead qualificato dalle vendite, Opportunità, Cliente e altro.

A seconda di come definisci queste fasi, dovresti inviare email solo ai contatti rilevanti. Generalmente, raccomandiamo di inviare email a ‘Marketing Qualified Leads‘ che definiamo come ‘Contatti che hanno interagito con il brand/risorsa ma non sono ancora pronti a impegnarsi in una conversazione di vendita’.

b. Tipo di contatto

La realtà è che la nostra piattaforma CRM/email include non solo i nostri prospect ma anche persone del nostro team, fornitori, clienti, partner, clienti passati e simili. Questa proprietà può essere usata per segmentare ulteriormente il tuo database.

c. Dati comportamentali

I dati comportamentali non includono solo i casi in cui si invia un’email a coloro che ‘non hanno aperto la prima email’, ma anche i casi in cui il copy della email può essere diverso in base alla loro interazione passata con la vostra azienda.

d. Tipo di servizio

Se offrite più servizi che non sono necessariamente collegati tra loro, allora vi consigliamo vivamente di segmentare il pubblico in base al servizio che è più rilevante per loro.

e. Dati demografici

Questa segmentazione è basata su proprietà come il ruolo lavorativo, il codice postale, la dimensione dell’azienda, il budget e qualsiasi altra proprietà personalizzata che è rilevante per il tuo business.

#Strategy3: Sii rilevante!

“Content is King”: ci sono grandi dibattiti sulla pertinenza di questa frase, ma il punto è che il contenuto è il cuore di ciò che facciamo per raggiungere gli obiettivi della tua organizzazione. Come per tutto il marketing, assicurati che il contenuto che stai inviando sia rilevante e personalizzato per il tuo Buyer Persona.

#Strategy4: e-mail con immagini e email di testo semplice

Le email ricche di immagini e dall’aspetto gradevole sono più adatte per le risposte automatiche e le email per le quali non vi aspettate una risposta dal vostro pubblico. Mentre le email di testo semplice ottengono migliori tassi di apertura.

Raccomandiamo di usare le email in testo semplice per dare un seguito alle vostre email HTML e di adottare un approccio misto per massimizzare il successo.

#Strategy5: Assegna i contatti all’interno del tuo team

Assicurati che una persona del tuo team sia “proprietaria” dei contatti dell’email marketing nella tua azienda. Più automazione, segmentazione e personalizzazione si implementa, più è necessario essere consapevoli prima di inviare email in modo da non “scontrarsi” con la comunicazione preesistente.

Conclusioni

Sono, quindi, 5 le strategie che potete implementare per migliorare le attività di email marketing.

Iniziate con un focus sul risultato, selezionate un pubblico segmentato, create un copy che sia rilevante per quel particolare pubblico, scegliete un formato di email che aiuti meglio la loro esperienza utente e assegnate i contatti all’interno del team per nutrire i contatti che mostrano interesse.

Troppo difficile? Non esitare a contattarci! Compilando il form puoi richiede una consulenza di business senza impegno

Ti è piaciuto questo articolo? Condividi
Email Marketing: come accrescere il tuo database dei contatti
Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su print

Altri articoli dal nostro Blog

Scegli GAUDiBiLiA come giusta Agenzia per il tuo Business.